Carnevale in America Latina

Per la stagione 2015-2016, il repertorio del Coro Latinoamericano di Roma renderà omaggio ad alcuni brani rappresentativi del Carnevale nelle varie zone dell’America Latina.
In Europa, le origini del Carnevale, vengono fatte risalire agli egiziani ed ai sumeri, influenze che poi ritroviamo nelle celebrazioni greche e nei baccanali dell’antica Roma.
In America Latina, si hanno le prime tracce di festeggiamenti che possiamo ricondurre al Carnevale, nel 1520 nell’attuale Repubblica Dominicana. Festeggiamenti degli schiavi neri che in alcuni giorni erano autorizzati a scendere in strada per danzare, suonare e cantare secondo la loro tradizione.
Con l’aumento del potere della Chiesa nelle colonie, si cercò di attribuire a questi festeggiamenti un significato cattolico religioso. Queste manifestazioni si arricchirono, raccogliendo simbologie e influenze indigene presenti sui territori integrandosi in seguito alle indicazioni e credenze introdotte dalla Chiesa e quindi assumendone significati e sfumature nuove e diverse.
Ad esempio in alcuni territori (Cuba), acquisì un carattere di festa agricola vincolata ai cambiamenti della natura, delle stagioni, facendola coincidere con la fine del raccolto di canna da zucchero. Oppure in altre zone, manifestava la possibilità di esprimere i sentimenti repressi delle popolazioni, essendo quel giorno un giorno di libertà dal lavoro nei campi. Il popolo, gli schiavi, avevano la possibilità attraverso maschere, musica, balli, ed eccessi in genere di dimenticare la realtà, a volte mescolando appunto rituali cristiani, indigeni e africani.
Il Carnevale quindi è una festa dove convergono e si ritrovano elementi fondamentali delle varie identità che costituiscono la popolazione latinoamericana, un momento dell’anno dove scompaiono differenze sociali ed economiche e dove ci si ritrova per celebrare la vita in senso ampio tra ritmo, sapore e colore.
Oltre al famoso Carnevale di Rio de Janeiro, si contano diversi festeggiamenti che richiamano al Carnevale, in Colombia troviamo il Carnevale di Barranquilla (la Arenosa), oppure in Uruguay il Carnevale di Montevideo, caratterizzato dalla concorrenza di due grandi forme di espressione la “murga” (Araca la Cana) di origine spagnola, gruppi che cantano canzoni dal contenuto umoristico e satirico che si contrappongono al “candombe” (Azabache) ritmo di origine afro-indigeno espressione dei neri schiavi dell’epoca coloniale con i loro vestiti colorati, le danze tipiche, i tamburi e la mescolanza di rituali religiosi e pagani. (Gianna Tudini)

1 commento su “Carnevale in America Latina

Rispondi a Luca Strigini Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *